martedì 31 luglio 2012

LE FANTOZZIADI: il ritorno di Fracchialetti e dei suoi atletici compari

Un anno circa scrivevo dell'umiliazione patita dal povero Fracchialetti ad opera di Tarzanalbis nel magnifico scenario di un tumpi Corso (clicca QUI per il link); tempo dopo si consumava la vendetta del freddo Fracchialetti ai danni del poliglotta Tarzanalbis (clicca QUI per il link).
Fracchialetti è tornato sulla scena dell'umiliazione,  portandosi dietro due arzilli compari, che qui chiameremo Di.Bi. e Di.O. (calma, c'è il punto in mezzo...)
Di seguito le immagini della loro esibizione.






 Il primo a partire è proprio Fracchialetti: Sin dalla prima immagine si conferma il fatto che farebbe bene a fare altro, l'espressione del viso dice tutto: scarsissima fiducia nei propri mezzi, inoltre è partito da un punto troppo basso, il poveretto è appeso alla corda, per puro miracolo non sprofonda nell'acqua quasi subito. Forse per timore di cadere in acqua da troppo in alto, molla la corda appena può e precipita in modo scomposto sotto lo sguardo sconsolato della consorte, la cui vergogna è rivelata anche dalla di lei postura, leggermente ingobbita, mentre assiste al dramma umano di suo marito.




 Tocca quindi al Signor Di. O., teoricamente non ci dovrebbe essere partita con Fracchialetti. Parliamo di un hockeysta, ciclista, cultore dell'attività fisica, anche estrema. Si lancia però con un pò troppo vigore e inizia a roteare in aria intorno alla corda. Poi vola in alto come gli aeroplani, ma la corda non la molla, quindi finisce per complicarsi la vita, e cade in acqua facendo gesti, pare che stia mandando a cagare qualcuno, forse se stesso, forse Fracchialetti che gli ha teso una trappola, forse questo mondo crudele.



 Ed ecco infine il vispo Di.Bi., che parte benissimo, padroneggia la corda e veleggia con il vento in poppa. Ma poi si disunisce. Nella seconda immagine lo vediamo mentre osserva atterrito l'acqua sotto di lui, forse ha visto gli squali d'acqua dolce che il compianto Guglielmo Varese citava nelle sue conferenze. La terza immagine è impietosa, il nostro uomo rovina in acqua con postura da dimenticare. Si osservi sullo sfondo l'espressione ringalluzzita della moglie di Fracchialetti, risollevata nel vedere che il suo uomo non ha in fondo sfigurato.

E Tarzanalbis? Lui non compare, questa volta si è limitato a fare le foto, non volendosi giustamente mischiare con tanta sciatteria.

Per terminare due immagini: la prima racconta di una quasi perfetta entrata in acqua di Fracchialetti in un tuffo successivo (permane il mistero sulla schiuma sotto di lui, come fa ad averla prodotta prima ancora di entrare nel tumpi?!).

La seconda invece mostra una un atletico ma impulsivo Signor Di.O. che si è appena lanciato in volo verso le placide acque dolci del torrente Corso.



2 commenti:

Giorgio ha detto...

Rallegrano le giornate i tuoi post....

Denis Stanca ha detto...

Scusate ma si puo sapere dove si trova questo fantastico posto?